MillenniuM 2002

Specifiche tecniche MillenniuM 2002

Mill 2002 Spec. Tec.

Descrizione

Il MillenniuM 2002 nasce per essere collocato in grandi spazi, offre una vasta gamma di registri ed è dotato di tutti i sistemi innovativi progettati dalla Fabbrica G. Consoli. Ricchezza e varietà di suoni caratterizzano prestazioni eccellenti, grazie anche all’esperienza generazionale della arte organaria Consoli, dal primo Novecento ai giorni nostri.

Organo a canne a trasmissione digitale.

A richiesta può essere realizzato in due sistemi differenti:

  1. ADVANCED MULTIPLEX SYSTEM by Consoli
  2. SISTEMA REALE by Consoli

Lo strumento è stato progettato con disposizione fonica completa e indipendente, i suoi 20 registri infatti permettono di soddisfare le molteplici esigenze del repertorio organistico.

L’utilizzo di 2 mantici separati, con elettroventole silenziose di 9 Mc. per il Grande organo, e di 6 Mc. per l’espressivo e la pedaliera, assicurano il giusto equilibrio con uno o più registri: Principale 8, Flauto 8, Viola 8, Bordone 8, Subasso 16, Ripieni, Ottave, Ance, ecc.  Ad esso possono aggiungersi i timbri in dotazione alla consolle; inoltre l’ applicazione di un dispositivo automatico, che controlla e regola costantemente le differenze provocate dalle alterazioni termiche che le canne subiscono e garantisce la perfetta intonazione tra l’organo reale e la consolle. 

L’ originalità di questa innovazione consiste nel collegare il corpo canne alla consolle con un semplice cavo schermato a due poli (universalmente utilizzato per i computer, quindi di sicura affidabilità nell’uso e nella durata).  L’assenza di ritardo tra il tocco del tasto e l’immissione dell’aria nella canna, anche a lunga distanza testimonia la più avanzata tecnologia impiegata. Da anni ormai i nostri organi sono collegati a consolle digitali anche pre-esistenti e non più a sistemi elettrici obsoleti come ancora oggi  anche alcune rinomate ditte utilizzano: “L’entusiasmo per il ritorno all’autentico, in se lodevole, non può considerarsi come criterio assoluto e non ammesso ai linguaggi del futuro, sia per i costi proibitivi sia per le periodiche e dispendiose manutenzioni che un sistema a trasmissione meccanica o elettrica richiede. I miracoli della tecnologia oggi consentono altre soluzioni più adatte ai bisogni della liturgia, ma anche alle capacità economiche di una comunità parrocchiale”.

Related Projects